TecBox

Tecnologia a portata di tutti

Fortnite: guida per i principianti

Fortnite crea dipendenza. Ormai si sa, ma c’è che ancora non ha assaporato le brezza di questo meraviglioso battle royale targato Epic games. Molti spesso non conoscono alcune delle basi di questo gioco. Vediamo insieme i consigli per i principianti e passo per passo come migliorare a Fortnite.

Ancora prima di andare in partita uno degli aspetti importanti che vengono sottovalutati su Fortnite è impostare correttamente il gioco o meglio la grafica e i tasti.
Quando si avvia Fortnite normalmente il sistema setta in automatico le impostazioni grafiche consigliate a seconda del nostro PC, tuttavia questo non tiene conto della fluidità del gioco ma cerca solo di massimizzare la grafica impostando la miglior configurazione supportata dal PC a discapito magari delle prestazioni.
Evitare lag e cali di frame è il primo passo per evitare di perdere sistematicamente ecco perché anche i pro player nonostante giochino su computer potenti impostano la grafica per massimizzare il framerate più che la qualità dell’immagine.

Dunque impostate su off le ombre e mettete bassi gli effetti e le texture tenendo alti solo i parametri di risoluzione 3d e scegliendo la risoluzione dello schermo a seconda del proprio monitor.
Un altro aspetto “pre-partita” che i principianti ignorano è l’impostazione dei tasti.
Essere confidenti con la tastiera o col joystick è molto importante in quanto su Fortnite è decisivo il fattore velocità, avere dunque un set up di tasti personale che sia comodo per noi ci permette di essere più veloci e non compiere azioni indesiderate.

Una volta che le impostazioni del gioco sono a posto non resta che entrare in partita. Una domanda che molto spesso i principianti si pongono è “Dove è più utile atterrare?
Ebbene la risposta dipende dalle nostre esigenze. Se il nostro obbiettivo è giocare una partita tranquilla e ridurre al minimo i rischi allora è giusto atterrare nelle zone limitrofe lontane dal centro e senza città, avremo cosi più probabilmente modo di farmare materiali, raccogliere qualche arma ed evitare da subito gli scontri.

Ricordatevi se non lo sapete ancora che in Fortnite i colori rappresentano la rarità delle armi e quindi la loro forza.
Questi in ordine crescente di rarità e forza sono: bianco-verde-blu-viola-oro.
Premesso ciò un errore comune dei principianti è quello di utilizzare senza un criterio preciso le armi usandole magari solo a seconda della rarità.
Le armi vanno usate a seconda delle loro caratteristiche e in genere tenendo conto della distanza del nemico.
Usare un fucile di precisione piuttosto che un fucile a pompa in uno scontro corpo a corpo è controproducente persino se il fucile di precisione è oro e il pompa è verde per esempio.
Ricordatevi dunque di usare le armi con criterio tenendo in considerazione la gittata di cui dispongono che può essere consultata nel menù dell’inventario. Di base le armi da usare negli scontri ravvicinati sono le mitragliette e gli shotgun mentre a distanza media sono consigliati i fucili d’assalto e a lunghe distanze i fucili d’assalto con mirino o i fucili di precisione da cecchino.
Un ultima considerazione da non dimenticare riguarda il rateo di fuoco. Ricordatevi che il tempo di ricarica cambia a seconda del tipo di arma e della rarità e lo stesso vale per le munizioni nel caricatore.
Se in uno scontro a fuoco notate l’avversario a pochi punti salute è più utile provare a colpirlo con una mitraglietta leggere che spara più colpi che fanno meno danni piuttosto che usare un pompa che spara meno colpi che infliggono più danni ma impiega più tempo a ricaricare.
Valutate sempre le vostre necessità e ricordatevi di cambiare arma durante lo scontro quando state ricaricando i colpi in questo modo non perderete tempo senza sparare e riselezionando l’arma la ritroverete caricata.

La caratteristica peculiare di Fortnite che lo contraddistingue nei battle royale è la possibilità di costruire.
Quello che rende un giocatore un pro player rispetto a un altro non è solamente la sua precisione con le armi ma la sua velocità di costruzione.
Per i principianti all’inizio è difficile e richiede molta pratica e continue partite per costruire in maniera disinvolta. Il consiglio è quello di costruire sempre ogni volta che si ingaggia uno scontro o che si sta venendo colpiti da una direzione sconosciuta.
La struttura più efficace consiste nel costruire muri ai quattro lati e usare una scala per guadagnare altezza e visibilità. Un errore comune dei principianti è costruire scale che salgono in altezza senza frapporre un muro frontale, in questo modo è facile per i nemici abbattere la scala senza supporto e farci cadere col rischio di morire subito.

Per i principianti spesso può risultare inutile accumulare materiali, eppure il simbolo che contraddistingue Fortnite è il piccone l’arma con cui inizia ogni partita.
Accumulare materiali è molto importante in quanto come abbiamo detto la chiave di successo in questo gioco è rappresentato dalle costruzioni.
Non dimenticate che in Fortnite i tipi di materiali non sono solo esteticamente diversi ma hanno caratteristiche diverse. I materiali presenti sono legno, mattone e acciaio.
Ricordatevi che il legno si costruisce più velocemente ma è meno resistente, il mattone ha una media velocità di costruzione e resistenza e l’acciaio è lento a costruirsi ma è più resistente.
Dunque non dimenticate in uno scontro di costruire e pararvi usando il legno altrimenti con mattone e acciaio rischiate che i colpi del nemico passino uccidendovi.
Questa è una guida per principianti che raccoglie i consigli di base per chi approccia a Fortnite e ignora alcuni aspetti del gioco. Ricordatevi sempre di divertirvi e che in questo gioco l’abilità si acquisisce con tantissima pratica e numerose partite.
Una cosa è certa però, prima o poi la tanto sperata vittoria reale capita a tutti!
 


Credit: Fonte esterna Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//ugroocuw.net/4/4188540